Andrea's Thoughts - Il Diesel

Diesel, il capro espiatorio dell'inquinamento.


Parlo da appassionato, da appassionato razionale e consapevole di quello che sta succedendo, dell'ignoranza di molti ( che purtroppo decidono), dell'ignoranza di troppi (che ormai lo vedono morto) di tutte quelle persone che con estrema facilità puntano il dito senza capire cos'è, come funziona e se tutto quello che si sente è vero.
 

FOTO 1.jpg


Ogni volta che leggo articoli contro il motore diesel dapprima rido, poi però penso che un motore di questa caratura possa venire eliminato, per l'idea assolutamente folle che sia pericoloso per la salute o ancora peggio una delle principali cause dell'inquinamento mondiale, mi deprimo.
Da una parte mi fanno incazzare i vari sindaci e/o burocrati, che senza la minima conoscenza, si basano su quattro articoli e ricerche senza capo ne coda, senza per altro confrontarle con studi paralleli che smentiscono il tutto, decidendo così di abolirlo, alla faccia di tutti i consumatori che lo accendono ogni mattina per andare al lavoro e che lo hanno pagato profumatamente.
Dall'altra invece, non sopporto i vari “ambientalisti della domenica” che, accomunati dalla stessa ignoranza, vedi sopra, vogliono ottenere il medesimo risultato, perché hanno deciso che è il nuovo male da sconfiggere.
In realtà il motore diesel è ancora validissimo e soprattutto irrinunciabile per chi macina tanti km.

Questa caccia alla strega contro i diesel non la capisco proprio, non sono i responsabili dell'inquinamento mondiale, con gli euro 6 (ormai arrivati al 6d) ci si può quasi fare l'areosol (più o meno), sono efficenti e se guidati con cura parsimoniosi.

Ovviamente, in certi casi anche divertenti e prestazionali, basta guidare una M550d per ricredersi, ma anche una “semplice” Golf GTD qualche sorriso te lo strappa.

E' solo il capro espiatorio più facile su cui puntare il dito per distogliere lo sguardo dai responsabili del vero inquinamento.

 

FOTO 2.jpg

 

Questa situazione problematica per il nostro pianeta non si batte puntando sulle auto elettriche (anche perchè emettono CO2 come le auto normali, per produrle si inquina e il costo ambientale per recuperare le materie prime per costruire le batterie è devastante, senza contare che ancora nessuno ha spiegato che fine faranno al termine del loro ciclo di uso) ma a livello mondiale, punendo industrie come in Cina, Brasile, India che emettono di tutto e di più senza il minimo controllo e tetto massimo perchè tanto "sono in via di sviluppo", i sistemi di riscaldamento delle case, vetusti (almeno qua in Italia) che sono la causa maggiore dell'inquinamento alla faccia delle auto, aeromobili (http://www.green.it/inquinamento-dei-voli-aerei-quali-verita/) e imbarcazioni, ma soprattutto l'ignoranza, di tutti, di chi abusa dell'ambiente e non fa nulla per proteggerlo.
Basta campagna contro i diesel e contro le auto. I mostri sono altri.
 

FOTO 3.jpg


Vi prego cari lettori, appassionati, di darmi un parere, voglio sperare di non essere l'unico informato e cosciente su una delle più grandi menzogne della storia dell'automotive. Grazie!

 


Andrea Caucino

 

Credits by: Federation of motoring club, Thetimes.co.uk