Vi siete mai domandati del motivo per cui alcuni dei capi che indossate vi cadono addosso leggeri come fossero una seconda pelle mentre altri sembrano
appesantirvi la giornata trasformandosi soltanto in un altro pensiero da gestire?
Le motivazioni potrebbero essere legate, in realtà, a molti fattori come, ad esempio, quello estetico, quello dei coloranti adoperati per la tintura oppure
del tipo di tessuto utilizzato, ed è proprio su quest'ultimo argomento che vorrei soffermarmi nella stesura di questo articolo.
Per quanto la nostra cute abbia il compito di farci da corazza proteggendo i tessuti sottostanti e quindi possa sembrare soltanto un involucro inanimato, anch'essa necessità e pretende le nostre attenzioni!

La scelta di un tessuto che meglio si adatti al carattere della nostra pelle è fondamentale per riuscire nel sempre più difficile intento di tornare a casa dopo una giornata di lavoro un po' meno stressati e, levandosi i vestiti di dosso, accoccolarsi sul divano per potersi finalmente lasciare alle spalle le tensioni accumulate!


Le tipologie di tessuto si dividono principalmente in due categorie:

Quelle di origine naturale, che a loro volta si dividono in due categorie distinte e cioè le fibre animali (come Lana, seta) e fibre vegetali (Cotone,canapa,lino),
che sono quelle che si possono trovare in svariate forme in natura come il pelo di un animale nel caso della lana o dalle fibre dei fusti delle piante come nel caso del lino.

Quelle di origine artificiale, che a loro volta si dividono in due categorie e cioè le fibre artificiali ( Lana di vetro,Modal, cupro) e quelle sintetiche ( acrilico,
nylon,poliestere), che sono quelle create dall'uomo attraverso reazioni chimiche.

Nel caso dei tessuti naturali, solitamente, non si riscontrano particolari problemi! Anzi, con l'avanzare delle tecnologie si cerca sempre più di dare ai tessuti caratteristiche che ne trasformino scopo e utilizzo; Come le ragazze di Catania che , riciclando le bucce delle arance, hanno creato una tipologia di tessuto in grado di giovare anche alla salute di chi lo indossa! Questa del recuperare le bucce di arance ha molteplici risvolti positivi! oltre alla creazione di una fibra naturale, recuperando le bucce di arancia si da un forte segno di apertura nei confronti dell'ambiente che, in questo momento, non può che fare bene!
Al contrario dei precedenti, i tessuti artificiali, incontrano spesso il rifiuto della pelle che in alcuni casi presenta segni di sudorazione o eritemi!
Nonostante la ricerca sia sempre più volta verso la ricerca di materiali idonei al contatto con la cute, ancora non siamo in grado oggi di garantire, con  totale oggettività, la perfetta compatibilità di un tessuto con qualsivoglia pelle umana.

Quello che dobbiamo quindi fare è ascoltare il nostro corpo e fare attenzione alla propria pelle per capire, con attenzione, quali sono i tipi di tessuti più idonei alla nostra persona e renderci conto che basta davvero poco per stare meglio! Alle volte anche soltanto cambiare una maglietta!

Vi lascio con un'immagine che vi aiuta meglio a capire la classificazione!

http://3.bp.blogspot.com/-2JhWNPr3BKo/U9fFR7T3kHI/AAAAAAAACmU/YfjlypFI0vQ/s1600/FIBRE+TESSILI.jpg

http://3.bp.blogspot.com/-2JhWNPr3BKo/U9fFR7T3kHI/AAAAAAAACmU/YfjlypFI0vQ/s1600/FIBRE+TESSILI.jpg

Tatiana Fusi

 

http://www.webbete.it/lavanderiamartinico/img/400%20modal%20100.jpg

Comment