Bentornati amici!!! Aprile è un mese importante per le vostre Infrigoveritas: festeggiamo il nostro primo anno nell'allegra famiglia di Forge of Talents! Un Grazie speciale va a voi fedeli lettori e ai nostri colleghi redattori!

E' capitato spesso in questi 12 numeri che vi portassimo con noi in giro nei nostri viaggi golosi perché si, l'avrete capito, siamo due amiche mangione! Curiosi della meta di questo mese?! Abbiamo la fortuna di avere degli amici che vivono in Toscana e che ci hanno fatto da ciceroni per un gustoso weekend. Alla Toscana non manca nulla: paesaggi, arte e tradizioni, ogni regione è uno spettacolo per gli occhi. Da Pisa a Firenze, culla del Rinascimento fino alla misteriosa e magica Volterra. Ed è proprio di questo antico borgo che vogliamo parlarvi.

Volterra, panorama

Volterra, panorama

Arrivare a Volterra, incanta. Il cielo sembra appoggiarsi delicatamente sul profilo delle colline immerse nel verde. Tra le sue mura medioevali sono racchiusi 3000 anni che vanno dagli Etruschi fino all’Ottocento e visitarla è come aprire un libro di storia. Le tracce artistiche e monumentali possono essere ammirate passeggiando per le vie del centro storico e visitando i musei cittadini: il Museo Etrusco, la Pinacoteca Civica, il Museo d'Arte Sacra, l'Ecomuseo dell'Alabastro. Accanto a questi monumenti si può trovare un paesaggio incontaminato, una qualità della vita ancora a dimensione umana e un artigianato artistico unico al mondo: l'alabastro (è pieno di negozietti carinissimi!).

Ma passiamo al nostro argomento preferito: la buona tavola!

A Volterra, come in tutta la Toscana, la cucina tipica comprende piatti genuini e saporiti, di origine antica, fatti con ingredienti semplici e il tutto accompagnato da vini pregiati come il Chianti e il Brunello di Montalcino.

Il pane toscano è il re della tavola e si differenzia dal pane prodotto in altre zone d'Italia perché totalmente privo di sale. Per chi non è abituato a mangiarlo può risultare insipido, ma il suo scopo è soprattutto quello di accompagnare cibi decisamente saporiti. Come ad esempio nei crostoni e nelle bruschette.

Tipici crostoni Toscani

Tipici crostoni Toscani

Le zuppe sono piatti forti della tradizione rurale toscana. Insieme al pane raffermo si mettono verdure e legumi e si insaporisce il tutto con aglio e cipolla. I più famosi sono la ribollita, la zuppa di cavolo nero, la zuppa di fagioli e pappa al pomodoro, ma anche la semplicissima panzanella (sotto la ricetta!).

La Ribollita

La Ribollita

Quando si parla della cucina toscana impossibile non citare insaccati e formaggi, come il pecorino toscano, la finocchiona o i salumi di Cinta Senese, realizzati con le carni del tipico maiale nero. Specialità più particolari tipiche della Toscana sono il lardo di colonnata, la trippa e il lampredotto, quest'ultimo diffuso nei dintorni di Firenze.

La carne, preparata in molti modi diversi, è tra le cose che chiunque vada in Toscana deve assaggiare. Ultima che citiamo ma assoluta regina incontrastata: la leggendaria bistecca alla fiorentina, realizzata con carni di razza Chianina. Si chiama fiorentina per il particolare taglio e per la cottura, necessariamente al sangue. Per intenditori come noi tagli dal 1.5 kg in su!!!

La Fiorentina

La Fiorentina

Anche per i dolci gli ingredienti sono semplici a base di frutta secca, castagne e miele. Nascono così tutti i dolci senesi come i ricciarelli, il panforte e i cantucci che si accompagnano divinamente con il Vin Santo.

Se avete in programma una gita in Toscana vi consigliamo due posti Top:

Firenze: Osteria-Fiaschetteria Nuvoli – Piazza dell’Olio, 15R

Tipica Trattoria alla Toscanaccia dove mangerete i veri piatti della tradizione con gusto in un clima rustico, molto alla buona e senza sorprese sul conto pur essendo alle spalle del Duomo!

Wi-Fi gratuito password: chianticlassico.2015  ... tutto detto!!!

 Volterra: La Sosta del Priore - Vicolo delle Prigioni 2

Sosta inevitabile e non spaventatevi se c’è la fila perché i panini sono una vera e propria opera d’arte!!!

 

Una ricettina semplice dal sapore estivo per voi… la Panzanella!!!

Panzanella Fiorentina

Panzanella Fiorentina

 

6 fette di pane raffermo

2 coste di sedano

1 cipolla

400 g pomodori datterino

Basilico

Aceto

Olio extravergine

 

Se non disponete del pane raffermo potete spezzarlo e metterlo in forno a tostare per 10/15 minuti a 180 gradi. Nel frattempo lavate e pelate il sedano e tagliatelo in modo sottile, fate lo stesso con la cipolla che dopo che le avete spellate e tagliate a fettine sottilissime, potete metterle in una ciotola con acqua e aceto per far scaricare un pochino di sapore, tagliate i pomodori in quattro e unite tutti gli ingredienti in una ciotola , condite con olio aceto e sale e qualche foglia di basilico. Una volta tostato il pane aggiungetelo alle verdure e miscelate con le mani, in modo di rompere ulteriormente i pezzi tostati.

Servite fredda. E’ una BOMBAAAAAA, occhio all’alito però!

Che ne pensate della cucina toscana?! Fateci sapere!

Vi aspettiamo il prossimo mese con una "dolce" sorpresa!

Baci dalle vostre InfrigoVeritas!

Anna & Georgia

 

https://it.wikipedia.org/wiki

https://www.discovertuscany.com/it/

 

 

 

 

2 Comments