“Sbam”! “Whoomp”! “Boom”! Questi suoni onomatopeici li vediamo racchiusi dentro nuvolette che volteggiano sulla testa dei personaggi dei fumetti, oppure li sentiamo in un qualsiasi film alla tv. Guerre Stellari ne è un esempio di rumori di esplosioni e suoni di navicelle spaziali che effettuano mille acrobazie nel cosmo. C’è solo un piccolo particolare: nello spazio non c’è suono.

Ebbene si, nello spazio infinito non esiste alcun tipo di rumore. I suoni e rumori si propagano mediante onde sonore che devono assolutamente far vibrare qualcosa ma se quel “qualcosa” non esiste è ovvio che non si sente niente. Non mi credete? Facciamo un bell’esprimento; domani ognuno di voi si costruisca il suo piccolo shuttle fatto in casa e viaggi fino ad oltrepassare l’atmosfera terrestre. Una volta che l’avrete superata sentirete man mano il rumore dei vostri razzi di propulsioni attenuarsi sempre più, fino al completo silenzio. Se vogliamo proprio fare i pignoli il rumore nello spazio non è che non esista proprio, ma è talmente a basse frequenze, circa 20-20,000 Hertz, che ci vogliono determinati strumenti per analizzarlo e per l’udito umano è impercettibile.

Tutto quello che abbiamo visto fin’ora nei film con grandi esplosioni e una moltitudine di effetti speciali è praticamente impossibile che succeda veramente. Lo stesso propagarsi del fuoco dopo uno scontro tra navicelle in Indipendence Day è non veritiero in quanto lo spazio non è composto da ossigeno che permetta al fuoco di divampare ed alimentarsi.

Curioso invece quello che è capitato all’equipaggio dell’Apollo 10 che sentirono veramente qualcosa durante la loro missione (testimonianze rilasciate dalla Nasa solo nel 2008 e tenute Top Secret) mentre si trovavano nel lato scuro della Luna.

Dalle registrazioni dei tre astronauti “Eugene Cernan”, “Thomas Stafford” e “John Watts Young” viene descritto il suono come una specie di fischio, per citare le loro parole un “Whooooo”.

Conversazione dell'equipaggio. Documenti Top Secret resi ufficiali dalla Nasa

 

Un tecnico dell’Agenzia sostenne che il fischio non fu altro che un interferenza tra le radio del modulo di comando e quello lunare.

Se volete ascoltare il suono direttamente dal canale Soundcloud ufficiale della Nasa

https://soundcloud.com/nasa/chorus-radio-waves-within-earths-atmosphere?in=nasa/sets/solar-system-beyond-sounds

 

Mi verrebbe da pensare che se esista veramente una forma di vita aliena, non potrà mai sentire un bella canzone dei Pink Floyd, magari un bel vinile di “Dark Side of the Moon” o meglio ancora “Space Oddity” di Bowie.

1 Comment