Konichiwa a tutti amici miei, e bentornati sulle pagine di Forge per un nuovo articolo della rubrica NERD.

Sono passati un po di mesi da quando ho scritto di magic per l'ulòtima volta, forse era addirittura Theros l'espansione analizzata.

Questo giro si torna su Innistrad, il piano madre di Liliana e Sorin, per un'espansione molto promettente e con una storia davvero intrigante alle spalle.

Partiamo con un po di lore, quindi;

dopo che Jace,Gideon, Chandra e Nissa hanno aiutato Nahiri a sconfiggere e distruggere i due titani Eldrazi Ulamog e Kozilek sul piano di Zendikar, Jace è partito alla ricerca di Sorin Markov, il planeswalker vampiro di Innistrad, ingiustificato assente nella lotta agli Eldrazi, per avere risposte sulla natura dei titani eldrazi, cercando di chairire i suoi dubbi.

Qui dobbiamo fare un leggero passo indietro per spiegare un po di cose su Innistrad: in un piajo dominato da vampiri, lupi mannari e zombie, gli umani non avevano vita facile, quindi secoli fa Sorin creò l'Arcangelo Avacyn per proteggere gli uomini dalle razze superiori sempre in cerca di morte, ma sopratutto per preservare la fonte primaria di nutrimento dei vampiri, ovvero, gli uomini.

Creò anche una religione attorno all'angelo in mondo tale che i riti e le preghiere la rendessero più forte contro le minacce esterne, e il Consiglio del Lunarca come base della Chiesa di Avacyn.

Il diario con gli indizi trovato da Jace

Il diario con gli indizi trovato da Jace

Finito l'excursus, torniamo ai giorni nostri, Avacyn e i suoi angeli sono caduti preda di una follia che ha invaso tutto il piano, rivoltandosi contro gli umani che avevano giurato di proteggere, follia causata da ancora non si sa cosa, che colpisce sia gli angeli, che gli uomini, che i vampiri; Jace giunge al maniero Markov per rintracciare Sorin, invece di un castello ancestrale si ritrova davanti a un grottesco insieme di pietre contorte, con muri e pareti deformati, e nella pietra sono incorporati i corpi senza vita dei discendenti Markov, chiaramente qualcosa è successo, e in mezzo a tutti i vampiri martoriati trova un diario con una serie di indizi sulla follia di Avacyn.

La Follia di Avacyn

La Follia di Avacyn

Chiaramente si capisce subito che è opera di Nahiri, giunta sul piano da Zendikar per vendicarsi di Sorin e del suo aiuto mai arrivato nella lotta ai titani, e il castello oltre che su tutto il piano il suo operato di maestria in roccia e terra è ben visibile a tutti.

L'operato di Nahiri al Maniero Markov

L'operato di Nahiri al Maniero Markov

Jace scopri a Nephalia, il quartiere portuale di Innistrad, un tempio costruito da zombie dedicato a un non specificato antico dio del mare, con angeli orbitanti come falene attorno a una fiamma, e giunse alla conclusione che Avacyn era la chiave di questa follia; giunto a Thraben, la capitale, nella cattedrale incontro Tamiyo, la Planeswalker del piano di Kamigawa, autrice del diario con gli indizi, e unirono le forze nel cercare di sconfiggere l'angelo, che purtroppo era nettamente superiore ai due messi insieme, e quando ormai furono alle strette, quasi sul punto di morire per mano della lancia angelica, apparve Sorin, e nella Volta dell'Arcangelo, come creò Avacyn, in egual modo la distrusse per salvare la vita dei due Planeswalker, anche se estremamente riluttante al pensiero di quello che aveva appena compiuto.

La Distruzione di Avacyn per mano di Sorin

La Distruzione di Avacyn per mano di Sorin

Con Avacyn distrutta, Jace tenta di convincere Sorin a tornare su Zendikar ad aiutare i Guardiani ad affrontare Emrakul, il terzo titano Eldrazi.

Ma Sorin immediatamente realizza cosa ha pianificato Nahiri nella sua vendetta, e realizza anche che ha fatto esattamente il suo gioco...

 

Cosa sarà questo piano di Nahiri lo scopriremo il 22 luglio, con la nuova espansione Eldritch Moon, fino ad allora, via a sbizzarrirsi con le nuove carte.

 

Voglio spezzare una lancia in favore dei lore, delle storie dietro le carte di magic, che sono dei veri e propri romanzi scritti da ottimi autori, molte volte bistrattati e considerati pocoe niente, solo alla stregua delle carte da gioco, quando invece il mondo fantastico di Magic è veramente un universo immenso, e le storie dietro le espansioni sono libri in tutto e per tutto, che tranquillamente posso paragonare quasi, dico quasi, a storie tipo il Signore Degli Anelli per come prendono il lettore.

 

Ora, un po di meccaniche della nuova espansione:

  • la meccanica investigate, ovvero ci permette di mettere in gioco un idizio, un artefatto che con 2 mana sacrificandolo ci fa pescare una carta;

  • Tornano i mannari ovviamente, un tipo di meccaniche generalmente sulle creature, che si attiva se non vengono giocate magie nel turno precedente, e si riattiva nel caso vengano giocate due o più magie per ritrasformarlo in umano;

  • ovviamente la sopracitata follia, che ci consente di scartare una carta con l'abilità follia, e invece di metterla nel cimitero possiamo giocarla pagando il suo costo di follia, massimizzando anche effetti negativi come lo scartar le carte dalla mano

  • la meccanica Delirium, che da determinati benefici se abbiamo quattro o più tipi di carte diversi nel nostro cimitero

 

Si preannuncia un'ottima stagione per lo Standard, sopratutto dal momento che rinoceronti e antenati ci hanno abbandonato con l'arrivo di Innistrad, come al solito spero che questo punto focale sulla storia dell'espansione vi sia piaciuto, ho volontariamente trascurato le meccaniche se non proprio per piccola parte, dato che, ripeto, molte volte la gente gioca non sapendo cosa ci sia alle spalle delle figurine, non conoscendo la storia, ed è un peccato!

 

Stay Tuned!

 

Lorenzo Ferrari

Credits:  magic.wizards.com

Comment