Ed eccoci qui, a 3 anni dal famoso filmato scalpore rilasciato all'E3 di Los Angeles del 2013, ch tanto fece smascellare gli addetti ai lavori quanto il popolo dei gamers di tutto il globo, nel giorno della festa della Donna è uscito finalmente Tom Clancy's The Division, MMO ( per chi non sapesse significa Massive Multiplayer Online) in 3a persona ambientato in una New York devastata dal virus verde, una variante dell'ebola ancora più micidiale e pericolosa.


Graficamente rispetto a quanto annunciato all'inizio, almeno per console, c'è stato un downgrade veramente importante rispetto al famoso filmato di cui parlavo prima, molti effetti, la pulizia grafica, gli elementi a schermo, i riflessi in tempo reale sono stati diminuiti se non addirittura tolti, non ho avuto modo di provare la versione PC epr testare la bontà del comparto grafico, ma su un PC di alta fascia non dovrebbero esserci problemi.

 

Detto questo, cos'è un MMO? Un MMO è un gioco dove affrontiamo missioni principali e secondarie seguendo il filo della trama, avanziamo di livello, aumentiamo le nostre statistiche ( in questo caso, armi da fuoco vigore e parti elettroniche) lootiamo, ovvero andiamo in cerca di equipaggiamento sempre migliore per aumentare le nsotre statistiche di base e essere sempre più preparati ad affrontare nemici via via più forti.

Oltre alla trama principale delle missioni primarie e secondarie, Ubisoft ha implementato anche una variante PvP, ovvero la Dark Zone; una zona dove non giochiamo più contro avversari controllati dall'intelligenza artificiale, anzi ci sono anche loro e molto più agguerriti, ma sopratutto contro altri agenti controllati da altri giocatori.

Nella ZN (Zona Nera) possiamo allearci con altri players trovati in loco, oppure entrare già direttamente con il nostro party per andare a lootare equipaggiamento decisamente migliore rispetto a quello che potremmo trovare girando per la New York della zona principale, ma, e c'è un ma, possiamo anche correre il rischio che altri agenti ci uccidano per rubarci tutto quello che abbiamo raccolto quando siamo entrati, in questo caso loro diventano agenti traditori e una taglia viene messa sulla loro testa; in questo caso i traditori devono cercare di difendersi non solo dall'attacco dei personaggi non giocanti controllati dal gioco, ma anche dagli altri agenti umani che per un qualsivoglia senso di giustizia, o anche solo per l'avidità di rubare il loro loot, cercheranno di attaccarli per farli fuori.

Questa feature aggiunge una notevole varietà alla solita tiritera della storia principale nonchè un più che gradito svago per staccare dalla trama principe, anche se mi sento di consigliare di girare con i vostri amici, i lupi solitari nella ZN durano davvero poco.


A livello di gameplay ricorda e pesca a piene mani da Gears of War con il sistema di ripari da cui difendersi ed attaccare, le linee pricnipali da seguire per il proprio personaggio sono 3: medico, tecnologico o tank; il primo, ovviamente, tende a rianimare e curare gli alleati, il secondo cerca di infliggere più danni possibili con le abilità e il terzo funziona da scudo di difesa per le altre 2 classi leggermente più fragili: abbiamo a disposizione 4 abilità per ogni classe, ciascuna con altre 4 modifiche o sottocategorie che potenziano un determinato aspetto rispetto ad un altro.


Le armi, che sono il core del gioco, si dividono in pistole, mitra, shotgun, fucili d'assalto, cecchino; in più abbiamo diversi tipi di granate, da quelle semplici, passando a quelle stordenti attraverso quelle incendiarie, ne abbiamo per tutti igusti e ognuna ha un suo risvolto pratico.

Stessa cosa per i viveri che ci portiamo dietro, alcuni rimuovono gli effetti di status negativi, altri accelerano i tempi di recupero delle abilità e via dicendo.

 

Ho letto qualche recensione svariati commenti di altri giocatori che criticano il prodotto, sinceramente a me non dispiace nonostante a volte il caricamento dei dettagli sulle auto piuttosto che sui cartelloni pubblicitare in game risulti davvero ridicolo, avrebbero probabilmente dovuto pensare ad un motore grafico diverso, ma non mi voglio addentrare in tecnicismi inutili al momento;

Errore #2  

Errore #2

 

ciò non toglie che l'esperienza di gioco risulta appagante in singolo, piacevole in multiplayer, comincia a diventare frustrante quando entri in zone dove il livello dei nemici è superiore al tuo, li il numero delle morti comincia a diventare incalcolabile, con annesse imprecazioni al seguito.

 

Ci saranno 3 espansioni future da qui a Natale, ad aprile implementeranno la funzione dei Raid di gruppo, ovvero delle incursioni contro nemici inumani fatte in gruppo, stile World of Warcraft, vedremo se questo riuscirà a completare il poco endgame che il titolo presenta.


Detto questo, ci si becca online, Agenti, la Divione ci attende!


Lorenzo Ferrari

Comment