Eccoci tornati al nostro consueto appuntamento con la rubrica dei NERD...questo giro vi propongo un approfondimento su HearthStone, il free to play di carte online di Blizzard, che come ben sapete( e se non lo sapete, ve lo dico ora) ha soppiantato il gioco di carte di World of Warcraft in toto dopo anni di onorato servizio, sostituendolo con questa controparte digitale come già successo per Magic Online anni fa.

Sostanzialmente abbiamo 9 classi di eroi tra cui scegliere, ovvero Mago,Sciamano;Stregone,Ladro,Guerriero,Druido,Sacerdote,Cacciatore e Paladino.

Ogni classe ha un suo potere eroe che la contraddistingue e delle carte di classe proprie oltre a quelle comuni a tutte le altre classi.

Per chi non sapesse il funzionamento del gameplay di HS, si parte con 30 vite per ciascun eroe e lo scopo è quello ovvio di portare a zero l'avversario il prima possibile.

Per lanciare le magie e i servitori abbiamo un cristallo di mana ogni turno, il che già di base leva un problema che in magic sussiste che è quello delle risorse, ovvero il mana flood( troppe terre in gioco) o il mana/color screw(poche terre o di colori sbagliati), semplificando di molto la giocabilità e in parte anche le strategie dei vari deck.

Come dicevo sopra ogni classe ha le sue magie speciali, i suoi minion speciali e in più può aggiungere i minion neutrali per completare il mazzo.

La rarità delle carte si divide in;

- base, ovvero quelle di classe che si sbloccano raggiungendo il livello 10 dell'eroe

- comuni, che sono le carte meno forti

- rare, molte sono stra usate nei mazzi competitivi e hanno un buon power level

- epiche, l'ultimo scalino prima delle

- leggendarie, limitate a monocopia per mazzo in quanto sono il top del gioco e molto spesso rappresentano eroi del mondo di Warcraft.

Le bustine si possono ricevere in 2 modi: comprandole via cash o gold nello store del gioco, oppure vincendo più partite possibili in modalità Arena.

Genericamente la frequenza delle leggendarie è di circa una ogni 30 buste secondo leggende metropolitane, per ovviare a questo diciamo problema,ce la possibilità quando si costruisce un mazzo di "shardare", ovvero distruggere le carte in eccesso (il limite è 2x di ogni carta, a parte le leggendarie in 1x) per ricavare la dust, o polvere arcana, la moneta diciamo per craftarsi le carte che si vuole.

Genericamente per una leggendaria occorrono 1600 dust, ricavabili dallo sharding di 2 leggendarie normali o di una leggendaria dorata, che sarebbero le carte foil di Magic.

Al momento le leggendarie top sono 3: Leeroy Jenkins, Thalnos e Black Knight.

Ovviamente sono 3 minions, ovvero 3 creature; i minions hanno forza e difesa oltre che a delle abilità speciali,in questo caso Leeroy è un 6/2 con charge, ovvero quando entra in gioco può attaccare subito, con un drawback di fornire due 1/1 all'avversario;Thalnos è un minion polivalente inserito sia nei mazzi aggro che in quelli midrange/control, a costo 2 abbiamo un 1/1 che aumenta i danni delle nostre spell di 1 e quando esplode ci fa pescare una carta; ultimo il Black Knight, a costo 6 un 4/5 che quando entra in gioco esplode un minion con provocazione, ovvero un'abilità che ci costringe ad attaccare quel minion specifico prima di poter attaccare altri servitori o l'eroe avversario.

Le tipologie di mazzi sono le più variegate, quasi tutte le classi dispongono di una versione aggro e una control dello stesso eroe, eccezion fatta per druid, shaman e rogue che sostanzialmente si giocano ramp, midrange e miracle.

Quest'ultimo è la variante di mazzo più particolare, in quanto consiste nel chiudere in un turno solo (in genere al turno 8) con Leeroy multicastato a costo ridotto, dopo aver pescato tutte le carte del mazzo con Banditore di Meccania.

Il gioco di per se una volta imparato grosso modo le meccaniche è molto divertente, ovviamente ricorrono gli stessi fattori degli altri card game, skill e luck, ovvero abilità e fortuna, sopratutto negli ambienti più competitivi.

Skill sicuramente in quanto una buona conoscenza del gameplay del deck degli avversari può portare un vantaggio non da poco, aiutati dal fatto che il limite del 2x per le carte porta con se, basta saper contare e preparare il proprio gameplan in base alle bombe rimaste all'avversario, la fortuna ha anch'essa una buona fetta in quanto la mano iniziale(posto che siamo on the play) è di sole 3 carte, non molte, e sappiamo che l'avversario ha una carta in più e la moneta che gli fornisce una mana extra per un turno, e cambiare 2 carte su 3 a volte diventa necessario se abbiamo una vaga idea di che mazzo stiamo affrontando; discorso opposto se siamo on the draw, ovvero se partiamo per secondi, abbiamo 4 carte più la quinta di turno e la moneta del mana, un notevole vantaggio anche in fase di mano iniziale in quanto possiamo scegliere una carta in più da tenere o cambiare.

Resto dell'idea che la partenza on the draw sia nettamente la migliore, in quanto mazzi come druid ramp con le accelerazioni riescono ad appoggiarti di primo turno bestie 4/5 che diventano dei seri problemi all'inizio, il (poco) vantaggio dato dal cominciare per primo è utile solo a mazzi hyper aggro come zoo, in quanto sicuramente hanno più controllo del board con una maggiore presenza di minions.

Giocando poi le partite in ranked, ovvero quelle classificate, abbiamo la possibilità di scalare dal grado 25 al grado 1, per poi superarlo ulteriormente e ottenere lo status di Leggenda, ovvero ciò a cui mira la maggior parte dei giocatori di HS.

L'ambiente competitive è fi sicuro un ottimo stimolo, ma mi sento di suggerire di non affrontarlo senza prima aver affrontato una lunga serie di games amichevoli, e aver ottenuto una buona visione del metagame attuale oltre che una discreta conoscenza dei mazzi che girano al momento.

I primi 16 giocatori Legend europei sono qualificati di diritto al campionato europeo, che selezionerà i giocatori invitati poi per il Blizzcon, in cui si sfideranno per lo scettro di campione assoluto di HS, oltre che a un premio a sei zeri!!!

 

ARENA

la modalità Arena è sostanzialmente una modalità di draft, ovvero scegliamo un eroe a caso, e ogni volta il gioco ci proporrà 3 carte diverse tra cui scegliere per costruire il nostro mazzo, questa modalità è COMPLETAMENTE diversa rispetto a quella classica, qui è possibile avere anche 3 o 4x di una singola copia, e in arena ci sono classi che sono decisamente più overpowered di altre, tipo il mago, che in costruito è nettamente inferiore ai propri colleghi, idem per il sacerdote.

Una volta selezionate le nostre 30 randomiche carte, cominciamo a giocare contro altri avversari, più partite riusciamo a portare a casa, maggiore sarà la probabilità di avere ricchi premi in carte, dust e gold alla fine.

La fine, arriva quando veniamo sconfitti per la terza volta, mentre per ogni vittoria che facciamo la nostra chiave del tesoro cambia forma.

Questa modalità è molto for fun, anche se qui il bilanciamento del mazzo pesa un buon

70%, non si può andare full aggro senza avere un piano B per le mucche che arriveranno poi in late game, quindi richiede sempre e comunque una certa abilità in fase di scelta delle carte e di lettura della partita in corso.

Sono stato un beta tester, e di cambiamenti ce ne sono stati,nerf alle carte ritenute più forti,bilanciamento generale, e ora siamo in attesa dell'espanzione, ovvero Maledizione di Naxxrammas, che porta in serbo oltre a una nuova modalità avventura anche nuove carte per i nostri deck costruiti, non vedo l'ora di poter metterci mano per dare un po di aria nuova ai miei ormai soliti mazzi.

Per il moemnto l'unico limite al competitive game è che i mazzi sono sempre gli stessi, se proprio devo trovare un neo a HS, solite carte, quindi a lungo andare diventa la solita minestra, la longevità non ne risente in quanto scalare fino a Legend non è proprio semplice, se poi uno ( come me xD ) punta al Blizzcon, beh auguri!

Attendiamo Naxxramas con trepidante e ansiosa attesa!

 

Se un minimo vi ha appassioanto questo pezzo, andatevi a scaricare subito il gioco, fidatevi, è PAZZESCO!!!

 

Per il momento vi ringrazio dell'attenzione, quindi

Domo Harigato & Sayoonara!

 

Lorenzo Ferrari

Comment