Spesso andiamo a cercare persone interessanti, che possono rivelarsi utili ed in qualche modo significative per la nostra vita, per le nostre esperienze, in capo al mondo. Spesso però, le persone più interessanti, si trovano dietro l’angolo!

Oggi vi voglio raccontare di un ragazzo, proprio il genere di ragazzo della porta accanto, che io ho scovato ed intervistato per voi, perché per me è una persona che ha tanto da raccontare e condividere, cosa che in fin dei conti è quella più importante per noi di Forge.

Il ragazzo che vado ad introdurvi è un classe 1984, nato e cresciuto in quel di Biella; un ragazzo che fa dello sport, video e fotografia la propria raison d’être.

Luca Beani in arte Pigi (o Pigiama) viene travolto fin da giovane con un grande amore, lo skate, uno sport che qui in Italia ha faticato a prendere piede e sicuramente a Biella ancora di più. Seguendo questa sua passione ha cominciato a skatare con altri ragazzi locali e soprattutto a “farsi gli occhi” guardando e riguardando video di skate.

Ovviamente si parla di quasi 20 anni fa, quindi scordatevi internet, youtube e tutti gli altri social media: qui si parla di VHS.

Dal 2001 Luca si dedica alla visione quasi ossessiva di questi video e, cosa più importante, inizia a fare una cosa abbastanza banale ma che già delineava quale sarebbe stata la sua strada: Pigi infatti ha cominciato a eliminare le parti meno interessanti dei video che guardava e a fare delle versioni tagliate, tutto rigorosamente in analogico. Il video editing faceva già parte di lui in qualche modo.


Nel 2003 inizia un fantastico progetto, legato al mondo dello skate, che prese il nome di “Biella Niente”, che mostrava lo stato delle cose, gli skater e l’ambiente proprio del territorio biellese; questo progetto venne iniziato nel 2003 e si concluse nel 2006 con la ragguardevole cifra di 80 miniDV (che Luca ancora possiede e conserva) e con 60 copie in DVD che vennero distribuite gratis.


Il 2009 però fu l’anno che ci interessa maggiormente, perché si passa dal formato analogico a quello digitale, con l’acquisto da parte di Pigi di una reflex full frame, nello specifico la 5D mkII di Canon, che era in grado di realizzare video in alta qualità.

Da quel momento parte una vera e propria crescita qualitativa e quantitativa del materiale prodotto, che passa dai video di backstage a quelli di sport, con anche servizi fotografici per la maggior parte sportivi.

Il nostro simpatico protagonista apprende quindi l’arte di fotografare/filmare in modo autodidatta, guidato nella sua visione dai video sullo skate che hanno riempito la sua gioventù e che gli hanno trasmesso un certo modo di vedere le cose.


Le fotografie, come anche i video, che realizza sono un vero e proprio tripudio di inquadrature estreme, HDR, fisheye come pochi altri sanno usare e foto di azioni che sembrano film d’azione.

La luce è per il 99% naturale, infatti Luca non ama “costruire” ma piuttosto girare attorno agli oggetti e grazie al suo spiccato modo di vedere le cose, riesce sempre a trovare un’angolazione che trasmette un senso di movimento e di ricchezza di dettagli, anche alle scene più statiche.

 

Ultimo ma non ultimo l’uso delle ottiche: Pigi è un grande amante delle ottiche classe L di Canon, il top di gamma (e di prezzo) ma a differenza di molti altri apprezza moltissimo le ottiche fisse, che gli hanno insegnato il valore di spostarsi, anziché spostare una ghiera.

Speriamo di vedere questo talento realizzato e che possa firmare molti servizi di alto livello, perché come potete immaginare egli è, in un modo tutto suo (e questo ci piace) un vero artista digitale.

 

Mattia Corbetta

 

Fonti: Luca "PGK Visual" Beani©

https://www.facebook.com/pigiama

Comment