I road movie sono film la cui trama si sviluppa prevalentemente in viaggio, on the road, come l'omonimo romanzo di Jack Kerouac. Dennis Hopper, ispirato da Il sorpasso di Dino Risi (1962), ha inaugurato questo genere cinematografico nel 1969 con il famosissimo Easy Rider, viaggio coast to coast  di due motociclisti attraverso l'America, sogno americano su due ruote. 

Un altro viaggio entrato nell'immaginario collettivo, in questo caso come simbolo di liberazione femminista, è quello di Thelma & Louise (1991, Ridley Scott), viaggio avventuroso di due amiche a bordo di una vecchia Ford, con un giovanissimo Brad Pitt e delle fantastiche Susan Sarandon e Geena Davis. 

Moltissimi i viaggi cinematografici alla ricerca di qualcosa o di qualcuno: di un genitore o delle proprie radici in Paris, Texas (1984, Wim Wenders), Broken Flowers (2005, Jim Jarmusch), Il treno per il Darjeeling (2007, Wes Anderson) o ancora in This must be the place (2011, Paolo Sorrentino). 

Ricerca di se stessi ne I diari della motocicletta (2004, Walter Salles), Interstate 60 (2002, Bob Gale) o ancora negli emozionanti Into the wild (2007, Sean Penn) e Il cammino di Santiago (film del 2010 diretto da Emilio Estevez, figlio di Martin Sheen). 

Se non l'avete ancora visto, poi, date uno sguardo a Nebraska (2013, Alexander Payne), candidato agli ultimi Oscar come miglior film: è la storia del vecchio Woody che decide di intraprendere un lungo viaggio a piedi, dal Montana al Nebraska, convinto di aver vinto un milione di dollari. Il figlio decide di salvarlo da questa impresa disperata accompagnandolo in macchina, e come spesso capita il viaggio diventa qualcosa di più, si trasforma in un mezzo per svelare sentimenti, riflettere sulla propria esistenza e sulle proprie priorità. 

Molti sono invece i film che volgono il viaggio in chiave comica: come dimenticare i toni leggeri e irriverenti di Road Trip (2000) di Todd Phillips, che dieci anni più tardi con il divertentissimo Parto col folle mette al volante una coppia d'eccezione: Robert Downey Jr e Zach Galifianakis (Una notte da leoni)? Sulla stessa linea, Svalvolati on the road (2007, Walt Becker), con John Travolta versione “biker” in crisi di mezza età.

In Italia non sono poche le commedie “itineranti”: dall'intramontabile Bianco, rosso e Verdone (1981, Carlo Verdone) al trio comico Aldo Giovanni e Giacomo in Tre uomini e una gamba (1997, Massimo Venier), fino al recente duo Pio e Amedeo che in Amici come noi (2014, Enrico Lando) compiono un viaggio-fuga dalla provincia foggiana per evadere da una realtà che sta fin troppo stretta.

Ancora più interessanti i film che come mezzo di trasporto scelgono il camper: che sia un Volkswagen d'antan come nell'imperdibile Little Miss Sunshine (2006, Johnatan Dayton e Valerie Faris), un camper da americano medio come quello di Robin Williams in Vita da camper (2006, Barry Sonnenfeld), quello di Come ti spaccio la famiglia (2013, Rawson Marshall Thurber) o un modernissimo vagone superaccessoriato come quello di Jack Byrnes interpretato da Robert De Niro in Mi presenti i tuoi? (2004, Jay Roach), il camper diventa un prolungamento della casa, ricreando le dinamiche familiari come se ci si trovasse sul divano del proprio salotto. 

E in fondo il viaggio consiste proprio nel concedere una vacanza alla nostra esistenza quotidiana, nel permetterci di scoprire nuovi mondi portando un pezzetto di casa con noi. 

Che sia su una bici, una moto, un'auto, un camper o sulle proprie gambe, quando il protagonista di un film comincia un viaggio, noi sappiamo che in quel percorso impareremo a conoscerlo, con tutte le sue nevrosi, ossessioni e desideri. Nei film il viaggio non è mai fine a se stesso: il protagonista subisce sempre un cambiamento, che sia positivo o negativo.

E credo che sia proprio questo il bello di viaggiare: aprirsi a nuovi mondi e nuove esperienze per poi tornare a casa con una nuova luce negli occhi, come i protagonisti di questi film.

 

Valentina d'Amelio

 

Link fotografie:

http://magar57.altervista.org/wp-content/uploads/2013/08/112.jpg 

http://www.marieclaire.it/var/marieclaire/storage/images/magazine/ricreazione/thelma-louise-20-anni-dopo/thelma-louise2/13561352-1-ita-IT/Thelma-Louise_main_image_object.jpg 

http://mymindisfree.files.wordpress.com/2010/09/darjeeling-ltd-pdvd_022.jpg 

http://www.redfoxadventure.it/wp-content/uploads/2013/01/Into-the-wild-4.jpg 

http://www.nebraskailfilm.it/blog/wp-content/uploads/2014/01/woody-nebraska.jpg 

http://cache.boston.com/bonzai-fba/Original_Photo/2010/11/01/DueDate-06564c.jpg__1288637992_0367.jpg 

http://coolpapaesreviews.files.wordpress.com/2011/12/roadtrip.jpg 

http://i.ytimg.com/vi/QzUK8GbZ1Yg/0.jpg 

http://upload.wikimedia.org/wikipedia/it/a/a6/Little_Miss_Sunshine.jpg 

http://pics.imcdb.org/0is119/meetfockersrvmcc4jw5.8774.jpg 

Comment