Torte d'Europa

Bentornati Amici Forgini!!!!
Per questo numero di Febbraio pieno di Amore abbiamo pensato ad una classifica dolcissima!!!!

Ecco un giro per l'Europa alla scoperta delle Torte più buone del mondo!

Nelle tappe dolci europee le sorprese potrebbero essere poche, ma valgono tutte l'assaggio almeno una volta nella vita!

Buon viaggio Amici!

Sachertorte - Vienna, Austria
È Vienna la città con un "indice di dolcezza” più alto, le città delle pasticcerie per eccellenza e la torta simbolo non poteva che essere la Sacher, la scelta perfetta per tutti gli amanti del cioccolato. La leggenda narra che sia nata nel 1832: in occasione di un'importante cena a corte lo chef si ammalò e toccò al giovane Franz Sacher, ancora apprendista, occuparsi del dolce, inventando quello che sarebbe diventato un classico mondiale. Quarant’anni dopo Eduard Sacher, figlio di Franz, inaugurò il famosissimo Hotel Sacher a Vienna, dove ancora oggi si può degustare la migliore Sacher al mondo!
Ingredienti: farina, zucchero, uova, marmellata alle albicocche e glassa al cioccolato.
Calorie: 337 kcal/100g
Indice di dolcezza di Vienna: 10/10
Dove mangiarla: ovviamente al Café Sacher, da 180 anni il posto dove essere e dove vengono vendute ben 360.000 fette di questa fantastica tort (Costo: 6,70€ a porzione). Un luogo piacevole e accogliente è anche il piccolo Vollpension Wien per tranquillità e torte magnifiche. Costo: 3,90€ a porzione.

sachertorte.jpg

 

Tarte au citron meringuée - Parigi, Francia
La Tarte au citron è il dolce più venduto in Francia, anche se viene rivendicato da molti altri Paesi. Potrebbe essere francese, inglese, americana o addirittura svizzera, ma è bello pensare provenga da Menton, la città dei limoni.
In Francia è famosa già dal 19esimo secolo: di certo è elegantissima e perfettamente equilibrata nell'unione della dolcezza della meringa e dell'asprezza del limone.
Ingredienti: burro, limone, zucchero, uova e farina
Calorie: 284 kcal/100g
Indice di dolcezza di Parigi: 9/10
Dove provarla: la pasticceria di reiferimento è la Gérard Mulot (costo: 4€ a porzione), vale la vista anche il Salon KL Patisserie il cui chef, Kevin Lacote, ha reinventato la famosissima tarte au citron, ha creato una vera e propria opera d’arte (costo: 6,50€ a porzione).

tarte-au-citron-meringuee-au-lait-concentre-inratable.jpg

Toucinho do Céu - Lisbona, Portogallo
Il Toucinho de Céu, letteralmente “pancetta del cielo”, è un dolce tradizionale originario del convento di Odivelas, vicino a Lisbona. Ha una base di uova e zucchero caramellato con aggiunta di mandorle e la gila (la marmellata portoghese), ma un tempo ingrediente fondamentale era proprio il lardo di maiale.
Ingredienti: zucchero, mandorle, tuorli d’uovo, farina, burro.
Calorie: 316 kcal/100g
Indice dei dolcezza di Lisbona: 8/10
Dove provarlo: in primo luogo dove il toucinho è stato inventanto, a Odivelas nella Pastelaria Faruque, proprio di fronte al convento (che merita un visita). Costo: 1,50€ a porzione. Per il cafè più chic di Lisbona puntate alla Pastelaria Versailles, fondata nel 1922 da Salvador Antunes, un portoghese innamorato dell’art nouveau che ha imparato l’arte della pasticceria in Francia. Costo: 2,90€ a porzione.

toucinho-do-ceu.png

Bündner Nusstorte - Zurigo, Svizzera
Inventata dal pasticcere Fausto Pult nel 1926 la Bündner Nusstorte è la torta svizzera che consiste in un impasto dolce ripieno di nocciole caramellate. La sua particolarità? L’impasto viene riempito di nocciole ma non mischiato con esse come accade di solito.
Ingredienti: Nocciole, crema, farina, miele, burro
Calorie: 483 kcal / 100g
INDICE DOLCEZZA: 7/10
Dove provarla: al tradizionalissimo Teecafé Schwarzenbach fondato nel 1864 e viene gestito dalla famiglia Schwarzenbach da cinque generazioni. Costo: 6 € a porzione. 

nusstorte.jpg

Victoria Sponge - Londra, Regno Unito
Si dice che la regina Vittoria amasse mangiare una fetta di questo fantastico pan di spagna farcito, per accompagnare il tè pomeridiano. La tradizionale Victoria Sponge ama le calorie e  viene servita con marmellata di lamponi e panna montata.
Ingredienti: farina, zucchero, uova, marmellata di lamponi, panna montata
Calorie: 400 kcal / 100g
Indice di dolcezza di Londra: 6/10
Dove mangiarla: chic e classico per un afternoon tea in piena regola, il Park Room at Grosvenor house nel centro di Londra per godere del tè del pomeriggio con vista panoramica su Hyde Park (Costo: 10,70 € a porzione). Alternativa ilPanificio Primrose a Covent Garden che offre straordinarie fette di Victoria sponge e cupcake in perfetto stile britannico. Costo: 2,50 € a porzione

strawbmarscaponesponge-13K.jpg

Torta caprese - Roma, Italia

Anche se non proprio originaria di Roma (ma di Capri), è un vero classico italiano, elegante, semplice (senza farina) e dal gusto straordinario. Tra le tante storie legata alla sua nascita quella più famosa racconta del desiderio di una principessa austriaca sposata con il re di Napoli di una sacher e di una pasticcere che non ne conosceva la ricetta.
Ingredienti: Burro, zucchero, uova, cioccolato, mandorle
Calorie: 418 kcal / 100g
Indice di dolcezza: 5/10
Dove mangiarla: Said dal 1923 a San Lorenzo, è il paradiso del cioccolato e pasticceria. Consigliatissima: fetta di torta (8 € a porzione) con tazza di cioccolata. Altro indirizzo classico è l'Antico caffè Greco, Via Condotti, raffinato e tranquillo perfetto per spendere bene del tempo (ci passarono anche Goethe e Joyce). Costo: 12 € a porzione.

caprese.jpg

Prinsesstårta - Stoccolma, Svezia
È la prinsesstårta o torta verde. La ricetta originale risale al 1929 quando Jenny Åkerström l'istitutrice che la inventò per le sue studentesse: le principesse Margaretha, Märtha e Astrid di Svezia. 

La torta verde è percepita come la torta della casa regnante tanto che quando nel 2002 é nata la principessa svedese Estelle, le Prinsesstårtor in città sono esaurite subito.
Ingredienti: farina di patate, marmellata di lamponi, "crema di marsan", marzapane verde, rose per decorare
Calorie: 290 kcal / 100 g
Indice dolcezza: 4/10
Dove mangiarla: Tössebageriet è un tradizionalissimo caffè nato nel 1920, che offre tutte le dolcezze tradizionali svedesi. In questa pasticceria stellata, vincitrice di numerosi premi, sono state create anche torte nuziali per la famiglia reale (Costo: 5 € a porzione). Per un locale contemporaneo scegliete la catena Thelins konditori (costo: 4,40 € a porzione).

princesstorta.jpg


Tarta de Santiago - Madrid, Spagna
Di lei se ne scrive già nel 1577 anche se è nel 1828 che nasce la ricetta ufficiale, come la conosciamo oggi, con le mandorle come ingrediente principale e senza l'uso della farina. Pura, bianca con il sigillo di San Giacomo, questa è la torta tipica galiziana per la festa del santo, ma è diventata famosa in tutto il paese e per ogni occasione.
Ingredienti: Uova, zucchero, mandorle, limone e cannella
Calorie: 377 kcal / 100g
Indice di dolcezza: 3/10
Dove provarla: la pasticceria galiziana simbolo a Madrid è il Museo del Pan Gallego e la sua “tarta" è un must (Costo: 6,50 € a porzione), bellissimo e nuovo nel panorama dolce della capitale, Harinache seleziona prodotti naturali e ricette tradizionali in un'atmosfera minimalista e rilassante. La loro tarta de Santiago ha una variante che rende la torta ancora più irresistibile: viene, infatti, decorata con lamponi succosi. (Costo: 4,20 € a porzione).

santiago.jpg



Käsekuchen - Berlino, Germania
La più antica ricetta della Käsekuchen è greca, ma da quando è comparsa per la prima volta nel XVI secolo, questa torta al formaggio ha conquistato tutti i cuori tedeschi. Molte le varietà di interpretazione in tutto il Paese: a volte viene preparata con un impasto lievitato, con uvetta in formaggio di cagliata, o con crema. In ogni caso risulta sempre morbida e deliziosa.
Ingredienti: Crema al formaggio, uova, zucchero, farina
Calorie: 152 kcal / 100g
Indice di dolcezza: 2/10
Dove mangiarla: il Cafe Einstein,Tiergarten è una Kaffeehaus in stile viennese situato nella zona più tranquilla della Kurfürstenstraße. Con i suoi splendidi interni antichi e un ampio giardino per i periodi estivi, il caffè è costantemente affollato di amanti di cheesecake, servite da camerieri elegantissimi in bianco e nero. Costo: 3 € a porzione. 

kasekuncen.jpg


Napoleonka - Varsavia, Polonia
La napoleonka, chiamata anchekremowka, è una torta polacca formata da due strati di pasta sfoglia con ripieno di crema. Può essere decorata con zucchero a velo o glassa. C'è una bella storia su papa Giovanni Paolo II, che si dice abbia mangiato ben 18 fette di napoleonka in una volta sola, per scommessa con un amico!
Ingredienti: farina, burro, crema, zucchero in polvere, vaniglia
Calorie: 429 kcal / 100g
Indice di dolcezza: 1/10
Dove provarla: Il Sweet Home patisserie & cafè è il posto perfetto per gustare la kremowka in vari gusti: con fichi, cioccolato bianco o fondente, pesche, mascarpone, ciliegie e lamponi. Un must è anche il pączek, una ciambella irresistibile. Costo: 1 € / 100gr. a porzione.

kremowka.jpg

Cosa ne pensate amici?

La vostra torta preferita?

Al prossimo mese!!!

Le vostre Infrigoveritas