Buon Marzo e Buona Primavera a tutti!!! Voglia di sole, giornate che si allungano, leggerezza, fiori... e novità!!!

Avete già conosciuto il nostro nuovo "collega"?! Un grande benvenuto nella nostra Happy Family a Francesco, il Barman! Noi Infrigo stiamo già studiando gustose collaborazioni!!!

Ma torniamo al nostro articolo e: Velkommen til København!!! Benvenuti a Copenhagen!!!

Siamo appena tornate da una mini vacanza nella capitale danese e in questo numero vi raccontiamo tutto quello che c'è da sapere e mangiare se avete in programma un viaggio a Copenaghen!

La cucina danese tradizionale è essenzialmente basata su carne (tantissima), pesce e latticini. Dato che la Danimarca è un Paese nordico e quindi freddo, le pietanze sono ricche di grassi: burro, strutto, panna, pancetta... Decisamente una cucina cicciona, ma i danesi si tengono in forma con bici e corsa! 

Sebbene negli ultimi decenni si siano diffusi miriadi di ristoranti di altri Paesi, catene di fast food e le pizzerie all'italiana, possiamo ancora trovare piatti tipici della nuova cucina danese, piatti tradizionali della vecchia dieta contadina.

Ecco la selezione di quelli che vale la pena provare secondo noi Infrigoveritas:

Smørrebrød

Il pranzo tradizionale danese è costituito dai cosiddetti Smørrebrød "pane e burro". Praticamente un sandwich aperto preparato con una sola fetta di pane, in particolare pane nero di segale, imburrata e arricchita, ad esempio di pezzetti di salmone, pesce (da provare le aringhe marinate), salumi, paté o uova , salsine aromatiche e decorati con rondelle di cipolle o fettine di cetriolo, cerfoglio, erba cipollina..

Prepararli è una piccola arte, tanto che ci vuole una specializzazione apposta; ce ne sono infatti più di cento varietà! In giro si possono trovare tante rivendite di smørrebrød e ristoranti specializzati, che però chiudono nel pomeriggio, dato che gli smørrebrod si mangiano solo a pranzo. Considerateli come un pasto completo, non un semplice spuntino, e vanno mangiati (per forza) con forchetta e coltello!

 

Frikadeller

Le polpette danesi: considerate uno dei piatti più importanti, gustato tutto l’anno e protagonista del menu tipico delle festività natalizie. Polpette dalla forma schiacciata preparate con carne di maiale. Uno dei "segreti" necessari alla preparazione di queste deliziose polpette di carne è quello di mescolare bene tutti gli ingredienti. L'impasto, inoltre, dovrebbe riposare in frigorifero per un’ora, tempo necessario a far legare gli elementi della ricetta. Successivamente è preferibile impastare ancora la carne prima di dare la forma alle polpette.

Le Frikadeller vengono solitamente accompagnate con un contorno di cavolo rosso in agrodolce e patate bollite.

 

Røde Pølse

E’ lo Street Food sicuramente più amato dai danesi! Si tratta di un hotdog con salsiccia di maiale, crauti, cetrioli e super salsine...Tanto è il desiderio irrefrenabile di mangiare Røde Pølser a qualsiasi ora del giorno che a Copenaghen possiamo trovare addirittura più di 130 Pølsevogn (carretti ambulanti). Il costo delle Røde Pølser è contenuto e il sapore è davvero stuzzicante!

 

Stegt flæsk med persillesovs

Ovvero il maiale croccante con salsa al prezzemolo, è il piatto danese nazionale ufficiale (con tanto di votazione nel 2014). In passato il maiale veniva fritto - da qui il nome stegt flæsk che appunto significa fritto. Oggi nella maggior parte dei casi, si cuoce il maiale nel forno. Si utilizza la pancetta, tagliata a fette e servita con le patate e salsa verde al prezzemolo. Lo Stegt flæsk da noi sarebbe considerato un secondo ma in Danimarca è un primo piatto. 

Ora però passiamo ai dolci!

Wienerbrød o Spandauer

Se in Danimarca vi viene voglia di qualcosa di dolce e sfizioso e non sapete cosa scegliere non dovete avere dubbi: il Wienerbrød vi soddisferà! Letteralmente "pane di Vienna". La ricetta è stata appunto importata dall’Austria durante lo sciopero dei fornai del 1850. In quell’anno per rimediare alla carenza di prodotti da forno freschi furono chiamati in Danimarca fornai e pasticceri austriaci, che prepararono per la prima volta questo delizioso dolce. Lo Wienerbrø o Spandauer fu tanto apprezzato dai “locali” che alla fine dello sciopero i fornai danesi dovettero imparare a preparalo.

æbleskiver

Immaginate un piccolo pancake, rotondo, perfetto che cuocendo gonfia fino a diventare un mini palloncino, leggerissimo e spumoso.  Ecco a voi l' æbleskiver, letteralmente ‘fette di mela’, ma questi piccoli pancake dalla base neutra non prevedono necessariamente, o in qualunque occasione, un ripieno a base di mele. Anzi, avendo fondamentalmente una composizione quasi neutra, si prestano ad infinite variazioni e possono essere preparati con o senza ripieno, accompagnati alternativamente da frutta fresca e zucchero a velo, sciroppo d’acero, salsa al caramello, cannella, cioccolato fuso, marmellate o composte varie e persino formaggi per una versione salata. E' il dolce natalizio  danese per eccellenza e per cuocerlo esistono speciali padelle per un risultato perfetto! WoW

 

Cari lettori Questa è la nostra piccola selezione dei piatti tipici danesi che vi consigliamo! 

Il centro è pieno di ristoranti tipici più o meno turistici, bella la zona del porto antico di Nyhavn con i suoi locali coi dehor esterni (carini i danesi, mettono sulle sedie i plaid per scaldarsi)

IMG_5988.JPG

e assolutamente da non perdere il Papirøen, il mercato coperto dello Street Food inaugurato nella primavera 2014,in un complesso industriale dedicato in passato allo stoccaggio della carta ampio a sufficienza per 40 camioncini. Le bancarelle servono differenti tipologie di cibo di strada che possono variare in base alle disponibilità del mercato. Tra questi troverai piatti della tradizione cubana, il sempre in voga Fish & Chips, panini per ogni gusto, polli allo spiedo di francese memoria, pizza cucinata nel forno a legna, zuppe, salsicce artigianali e immancabili hot dog, ma anche le patatine fritte, la carne cucinata sulla griglia e i piccanti tacos.

Copenaghen è una bellissima città, un mix perfetto di vecchio e nuovo..arte, cultura, tramonti bellissimi, rispetto della vita e della natura! Si gira comodamente in tre giorni, i punti di interesse sono tutti facilmente raggiungibili con i mezzi (efficientissimi), tutti compresi con la Copenaghen card che vale anche per gli ingressi in palazzi, musei, parchi... è la 5'città più cara al mondo, quindi bisogna fare un po' di attenzione in più!

Ragazzi danesi degni di nota pochi, le ragazze invece... imbarazzanti, bisogna ammetterlo... ciaone autostima!

Questa è stata la nostra esperienza in terra danese! Speriamo di avervi fatto venire voglia di partire e provare sapori nuovi!

Al prossimo mese con una nuova esperienza di gusto!

Baci

Infrigoveritas

Anna & Georgia

Infrigoveritas & Friends

Infrigoveritas & Friends

http://www.visitdenmark.it

1 Comment