Buongiorno a tutti!!!! Eccoci ritornati al consueto appuntamento mensile all’insegna dell’ Architettura! Questo mese ci trasferiamo a Bali in Indonesia per poter conoscere una progettista che mi ha parecchio incuriosito.

Naturalmente, come al solito, prima di presentarvela vorrei citare qualche nozione in più su questo Stato a noi così lontano.

L’Indonesia è un Paese transcontinentale,  ciò significa che le sue terre dipendono da due Continenti diversi: Asia e Oceania;  con il suo numero spropositato di  isole (più di 17.000) questo Stato è conosciuto, per essere il più grande arcipelago del mondo, possiamo ricordare le 5 isole maggiori ovvero:  Giava, Sumatra, Kalimantan (la parte indonesiana del Borneo), Nuova Guinea (in comune con Papua Nuova Guinea) e Sulawesi.

Ed è proprio a Bali che Elora Hardy, dà vita a un team di giovani progettisti indonesiani specializzati nella costruzione di particolari abitazioni in Bambù.

SI!! Avete proprio capito bene! In Bambù!!! Quelle piante perenni altamente vigorose che, qui in Italia troviamo in terreni improduttivi, o in particolari giardini di qualche amante di specie tropicali. E’ vero questa pianta, per alcuni è odiata  per il suo aspetto invasivo e problematico, però forse non tutti sanno che oltre ad avere un’alta attitudine di adattamento alla maggior parte dei climi terrestri (difatti la troviamo anche da noi!) e  una veloce capacità di riprodursi, è anche conosciuta  per le sue caratteristiche di leggerezza, di rinnovabilità e di sostenibilità.

Ed è per questo che in tutta l’Asia questa pianta è considerata un simbolo sacro di forza, longevità, grazia e bellezza che garantisce un punto di incontro  tra la Natura e gli Esseri umani.

Elora Hardy grazie al suo amore profondo  verso le piante trasmessagli dal padre inizia la sua avventura in questo affascinante mondo dando vita a Ibuku, un team di artigiani, architetti e designer con la voglia di sperimentare nuove tecniche costruttive. 

Questo gruppo inizia a lavorare con il bambù,  scoprendo così, la sua alta resistenza meccanica alle forze di compressione e di trazione; proprietà davvero molto importanti per la costruzione di edifici.

C'è da dire però che non è stato facile eliminare l’iniziale diffidenza della gente comune locale riguardo all'introduzione di questo materiale come elemento costruttivo; infatti  fin dall’antichità  il bambù era utilizzato per la costruzione di abitazioni temporanee e di imbarcazioni  a basso costo;  questi edifici erano di per sè instabili e facilmente deteriorabili, non essendo trattati  con alcun tipo di protezione dagli agenti esterni e nella maggior parte dei casi crollavano provocando parecchi disagi.

Il gruppo inizia così a pensare a  un rimedio efficace per curare l’aspetto manutentivo del bambù  nel tempo  tramite l’applicazione di particolari sali chiamati "Sali di Borace" che riescono a  trasformarlo in un elemento resistente ad ogni tipo di deterioramento.

Arrivati a questa fase, il Team Ibuku procede ad ideare delle forme insolite alla vista, per rendere il progetto più accattivante in modo da ispirare le persone  locali a costruire qualcosa di straordinario.

In questo modo riescono  a conciliare le particolari idee di forma delle nuove generazioni di architetti  con le tradizioni di artigianato che da sempre risultano essere la base della cultura balinese.

Si può aggiungere che in questa originale Architettura non si trovano elementi  standardizzati ed industriali uguali tra di loro, infatti Ibuku, tramite modellini planivolumetrici e schemini concettuali ha potuto dare vita a nuove forme organiche diverse fra di loro che sembrano quasi delle  vere e proprie opere d'arte.

Quello che amo di questi progetti è la particolare attenzione nei dettagli; tutto è studiato nei minimi particolari:  dalle strutture, alla forma delle porte, dagli spazi interni all' estetica dei mobili completamente costruiti su misura.

 

Ecco una Carellata dei loro progetti!

Buona Visione!

 

SHARMA SPRINGS

Sharma Springs è un edificio di 750 mq progettato per la famiglia SHARMA; questa particolare famiglia aveva l'esigenza  di trascorrere qualche periodo in un posto lontano dalla solita vita quotidiana;il Team IBUKU  propone così, il progetto di quest'affascinante casa che si affaccia direttamente sulla vallata del fiume AYUNG.

L'ingresso di quest'insolita abitazione avviene tramite un vertiginoso tunnel-ponte che collega l'esterno direttamente con i locali adibiti a zona giorno;  da questi ambienti diparte il vano scala che conduce ai livelli inferiori dove sono disposti: una sala giochi per bambini,  quattro camere da letto e una biblioteca.  I fantasiosi progettisti, una volta definiti gli spazi, ideano di conseguenza, ogni singolo arredo interno in modo da soddisfare tutte le esigenze dei committenti.

 

BAMBU IDAH

Bambu Indah è un hotel-boutique situato nella zona di Ubud; anche in questo caso la struttura è stata pensata tutta in bamboo. In linea con i canoni dell' architettura sostenibile anche questo edificio  è circondato da orti biologici e dalla natura autotrofa. Nel 2013, il team Ibuku progetta un ampliamento con altre 12 camere, una cucina open space  e un boschetto in bambù che circonda l'edificio.

 

Sicuramente torneremo  in Indonesia a visitare altri incantevoli progetti di Elora Hardy! Per ora vi saluto e vi rimando al prossimo appuntamento!

 

TIZIANO ZERBO

 

CREDITS:

http://ibuku.com/

Comment