Finalmente è arrivata l'estate e devo ammettere che avevo un solo ed unico argomento per la testa : Il mare! Avrei, in effetti, potuto scrivere un poema sull'argomento mare e vacanze in quanto questo è il periodo in cui più ne sento la reale necessità. Ho preferito però tenere questo argomento con tutto ciò che ne consegue di relativo alla moda eventualmente per il prossimo articolo quando di mare ne potrò parlare vivendolo! In questo articolo ho deciso invece di parlarvi di una bella esperienza che mi è capitato di vivere durante un weekend passato a Parigi. Parigi... La città che per eccellenza rappresenta tutto ciò che è arte e moda in ogni forma! La città che fa trasparire bellezza da ogni suo vicolo e che con le sue boutique sparse per i suoi arrondissement lascia di stucco chi , come me, sente riempirsi lo sguardo vedendo quelle vetrine cariche di sentimento, manichini vintage che trasudano storie e valori, vestiti inventati e reinventati per il solo scopo di scaldare il cuore di chi ha la fortuna di goderne del significato.

In mezzo a tutta questa meraviglia, nel famoso museo Galliéra conosciuto anche come Musée de la Mode de la Ville de Paris, si tiene dal Marzo 2016 al Maggio 2017 una mostra che di certo non potevo perdermi e che consiglio vivamente a chiunque sia appassionato di moda! Il nome di questa mostra è "Anatomia di una collezione"! Questa mostra si pone, come obbiettivo, quello di mettere in discussione la geografia di un indumento, dal momento in cui abbandona la sagoma di chi l'ha indossato, consacrare il suo autore, lo stilista, e celebrare coloro che lo possedevano, cliente famosi o persone semplici e anonime... Quello che colpisce sin dall'inizio della mostra è il come siano state ben miscelate le varie epoche e stili, dal XVIII, XIX, e XX secolo a creazioni contemporanee selezionando i pezzi più belli del suo patrimonio. Finalmente il corpo, questo assente dai musei di moda e costume,viene valorizzato diventando la pietra angolare di una riflessione scenica. Tutto questo messo in risalto da una location davvero suggestiva! Il museo Galliéra sorge infatti in pieno centro, non lontano dalla Tour Eiffel, in un edificio che già dalla sua costruzione, nel XIX° secolo, voluta dalla duchessa Maria Ferrari di Galliera, è stato adibito alle esposizioni. Inaugurato nel 1977, il museo ospita sia esposizioni temporanee che collezioni permanenti, che comprendono oltre 70.000 pezzi, rappresentanti l’intero panorama della moda dal 1780 fino ai giorni nostri. I visitatori possono ripercorrere la storia dell’abbigliamento di varie epoche e di diversi personaggi storici, sia maschili che femminili, senza dimenticare la moda per i bambini e la possibilità di consultare numerosi cataloghi e riviste di moda.

Per quanto riguarda i singoli capi di abbigliamento, nel museo si trovano abiti creati dai più grandi nomi che hanno fatto la storia della moda moderna e contemporanea, tra i quali vale la pena citare Balenciaga, Pierre Balmain, Anne-Marie Beretta, Sonia Delaunay, Christian Dior, Jacques Fath, Mariano Fortuny, Jean Paul Gaultier, Givenchy, Paco Rabanne, Yves Saint Laurent, Elsa Schiaparelli e Elisabeth de Senneville. È anche possibile ammirare gli abiti indossati da personalità come Maria Antonietta d’Asburgo-Lorena, il re Luigi XVII e Audrey Hepburn. Inutile dirvi quanto sia di ispirazione, per chi crea abiti potersi, poter vedere da vicino dei veri capolavori come quelli esposti in questo museo... Per quanto io abbia cercato di proiettarvi nella ma esperienza cercando di farvi rivivere le emozioni da me provate sono certo che non esistano parole per descrivere a pieno la grandezza e la magnificenza di quelli che sono diventati la storia della moda!! Non mi resta che consigliarvi, se avrete la fortuna di trovarvi a Parigi,di farvi un giro in questo meraviglioso museo!!!

 

 

 

 

http://www.parigi.it/_img_sez/12003-3-grande-1-parisgalliera2.jpg

http://parissocialdiary.fr/wp-content/uploads/2016/05/ANATOMIE_EPPM_8868.jpg

http://requiem4fashion.com/wp-content/uploads/2016/06/10.-Chapeau-chaussure-Gala-Schiaparelli-Hiver-1937-38-%C2%A9-Eric-Poitevin-ADAGP-2016-%C2%A9-Salvador-Dali-Fundacio-Gala-Salvador-Dali-ADAGP-2016-72.jpg

Comment