Cari Amici di Forge benvenuti in quest’ afosa puntata di Luglio, ormai siamo in pieno clima estivo e sicuramente qualcuno sarà già in vacanza a godersi le meritate vacanze , così questo mese la rubrica di Architettura si trasferisce al mare, pronta per raccontarvi un’altra storia molto particolare…

Sono sicuro che dopo aver letto questo articolo vi armerete di paletta e secchiello, pronti per dare libero sfogo alla vostra fantasia!

Ognuno di noi sa che ci vuole un grande impegno e parecchie ore sotto al sole per poter realizzare un castello di sabbia come Dio comanda:

 -Si preparano solide fondamenta compattando bene la sabbia in modo che la struttura sovrastante non crolli al primo colpo di vento.

-Si ammucchia la sabbia in piccoli cumuli e si inizia con enorme pazienza a scolpirla in modo da delineare la forma del  vostro castello preferito. Ricordatevi di iniziare sempre dall’alto verso il basso così da non danneggiare gli strati svolti  in precedenza.

Questi sono i piccoli accorgimenti a cui ci si presta ogni volta che si vuole ottenere un buon risultato! Ma sicuramente non è abbastanza se si vogliono ottenere effetti strabilianti.

 Calvin Seibert ,un artista newyorkese di 58 anni  rielaborando queste semplici operazioni, è riuscito a dare vita a fantastiche opere di sabbia! Eh si! Ho detto proprio “opere di sabbia” e  dalle immagini sottostanti capirete il perché!

Da piccolo sognava di divenire un grande Architetto, ma poi con il passare degli anni capì di essere più interessato a forme ideali e a strutture  più che alla costruzione di un edificio finito. Divenne così scultore  e queste preziose abilità da falegname risultano oggi fondamentali  per la creazione di questi capolavori!

Appassionato di viaggi e architettura è sempre alla ricerca di una spiaggia dai granelli perfetti in modo da dare sfogo alla sua più profonda creatività!  

I suoi strumenti da lavoro sono semplici ed essenziali:

-una serie di palette di plastica di diversa misura,

-un secchio vuoto

- circa 570 litri di acqua per ciascun castello

E naturalmente tanto tempo a disposizione, infatti le sue sculture necessitano dalla mezza giornata ai 2 giorni lavorativi; molte volte il suo duro lavoro viene vanificato dal vento o dalle mareggiate e il povero Calvin è costretto a  ricominciare da capo il suo operato.

Il nostro artista non ha mai un progetto in mente, tutto è lasciato al caso e all’ ispirazione del momento, l’ unico vincolo che si pone è il creare un’idea nuova o parzialmente legata o completamente distaccata dall’opera precedente; è sempre un mix di emozioni ed influenze:

una volta è un opera razionalista, un’ altra volta è la rappresentazione di una scena che lo ha colpito, un'altra invece è una città fantastica dalle linee marcate e sinuose.

Se vi siete incuriositi ecco il suo contatto facebook e flickr dove l’artista pubblica i suoi lavori! e se avete previsto un viaggio alle Hawaii o in California magari avrete anche l'occasione di vederlo all' opera con i vostri occhi!!!

https://www.flickr.com/photos/45648531@N00/sets/72157594166672630/
https://www.facebook.com/calvin.seibert?fref=ts

 Vi lascio con una sua citazione:

“Building "sandcastles" is a bit of a test. Nature will always be against you and time is always running out. Having to think fast and to bring it all together in the end is what I like about it. “

Alla Prossima!

 

CREDITS

http://www.focus.it/cultura/arte/calvin-seibert-il-mago-dei-castelli-di-sabbia

http://www.archdaily.com/770717/calvin-seibert-sculpts-impressive-modernist-sandcastles

 

 

Comment