Nel lontano dicembre 2014 scrissi un articolo relativo ad una questione spinosa: la scelta appunto (per chi avesse la memoria corta può cliccare qui).

Due anni fa affrontai la questione della scelta partendo ad analizzare e differenze di genere fotografico, cosa che comporta inevitabilmente una differente e peculiare "costruzione", cioè l'acquisto, di un determinato set fotografico (fotocamera, obiettivi, lampeggiatori, cavalletti, filtri, ecc).

Ora, a due anni da quell'articolo, dovreste aver già operato la vostra scelta in termini di genere o, perché no, generi fotografici che più vi si addicono, perciò cercheremo di capire assieme quale fotocamera dovreste acquistare per poter eccellere in questi campi.

Vorrei, prima di cominciare l'elenco, mettere due premesse che per me sono fondamentali in un articolo del genere:

  • La scelta della fotocamera non deve essere dettata dal prezzo (vi spiegherò il perché tra poco) ma dall'utilizzo
  • La fotocamera, così come gli obiettivi, sono secondari se siete dei neofiti della fotografia; in questo particolare caso potreste accontentarvi di una entry level da 200€ perché il vostro primo compito è imparare a VEDERE l'immagine.

La versatilissima Nikon D810 (ma anche la versione prima D800 e anche D700) è sicuramente un'ottima scelta per innumerevoli generi fotografici quali reportage ed eventi, naturalistica e di paesaggio per via di una buona gamma dinamica, ma mostra i muscoli anche nel genere ritrattistico e di moda grazie all'elevato numero di pixel che compongono il sensore.

La Canon 5DMKIII è una fotocamera estremamente diffusa e popolare ed i motivi sono molteplici, dalla risoluzione attorno ai 20 mpx, alla fantastica gestione del rumore che permette di usarla in modo soddisfacente fino a 3200 ISO (va anche oltre ma la qualità ovviamente ne risente) ed alla incredibile solidità; non dobbiamo neanche scordarci l'immenso ed eccezionale parco di ottiche a sua disposizione, sia canon che di altri produttori. L'impiego per questa camera è praticamente illimitato: si va dal paesaggio (anche se pecca in gamma dinamica) al reportage, ai matrimoni (è una delle più usate in questo campo) fino a reportage, glamour e moda.

Ad accompagnare la 5DMKIII troviamo anche le sorelle, pompate di steroidi, 5DS e 5DSR che montano dei sensori molto migliorati (intorno ai 50 Mpx) ed un nuovo processore che migliora la gestione del rumore. L'uso anche qui è praticamente illimitato ma vengono impiegate con incredibili risultati soprattutto nella fotografia di beauty grazie alla resa incredibile dei dettagli.

Ora vorrei indicarvi un gruppo di fotocamere indicate per lo sport (anche se ovviamente non solo per quello) che sono due full frame e due crop: per Canon la 7D MKII e 1DX MKII e per Nikon la D500 e la D5.

7D MKII e D500 sono nuovissime e quindi racchiudono molte delle ultime tecnologie ma quello che le rende vincenti per la fotografia sportiva è la raffica di scatto a 10fps ed il fatto che essendo fotocamere crop, ogni lente usata su di esse è di fatto più lunga del normale senza bisogno di extender.

1DX MKII e D5 sono le ammiraglie di casa Nikon e Canon e racchiudono tutto il meglio visto nelle precedenti fotocamere, mantenendo la raffica di scatto a 10fps, la gestione della rumorosità migliore ed un sistema di autofocus precisissimo e rapido senza eguali. Consigliatissime per tutto e soprattutto per lo sport.

Vorrei ora citare due fotocamere incredibili, usate principalmente per moda o per paesaggi a risoluzioni altissime (ma anche a carissimo prezzo) che sono Hasselblad e Phase One. Grazie ai rispettivi modelli H6 e XF100MP portano gli standard di qualità a livelli incredibli grazie ai sensori che raggiungono le vette dei 100 Mpx, gamma dinamica elevatissima e senza dimenticarci che parliamo di fotocamere a medio formato che quindi danno una resa impareggiabile rispetto alle classiche DSLR e Mirrorless. Se state pensando di acquistarne qualcuna tenete pronti un paio di decine di litri di sangue da vendere perché le cifre superano i 40.000$.

Due concorrenti si sono fatti prepotentemente avanti in questi due anni con prodotti eccezionali ed innovativi: Fujifilm e Sony.

Queste due case storiche sono entrate nel round delle fotocamere per professionisti con una serie di prodotti dalle caratteristiche eccezionali, unite alla compattezza dei corpi macchina in quanto entrambe hanno lanciato dei modelli mirrorless, quindi senza specchio e più piccole, leggere e tecnologiche. Fuji ha da poco rilasciato la sua ammiraglia X-Pro2 (sensore da 24mpx, sensore APS-C, gamma dinamica eccelsa e area di messa a fuoco aumentata) mentre Sony (che ha acquisito anni fa Minolta) ha rilasciato la sua α7R II, presentata come una rivoluzione in termini di risoluzione ed infatti il suo sensore full-frame da 50 Mpx ha terrorizzato Canon ed ispirato la nascita della serie 5DS e 5DR.

Menzione d'onore per la leggendaria produttrice tedesca Leica, che continua la sua battaglia in solitaria, producendo prodotti dagli elevati costi ma da un fascino tutto particolare. La linea M rappresenta lo spirito classico del brand, con stile e tecnologia, mentre la più recente Leica SL vuole essere la risposta alla Sony α7R II. Entrambe queste fotocamere sono molto performanti e le dimensioni compatte le rendono ideali per viaggio e reportage, matrimoni, ritratto o paesaggistica.

Dopo aver visto tutte le migliori sul mercato mi sento di rimarcare un concetto espresso all'inizio: imparare a VEDERE è la base, non serve una fotocamera da 3.000€ per questo. Poi se sentite di essere già in grado allora non comprate una entry level o una compatta e buttatevi su uno dei mostri elencati qui sopra: leggete ed imparate il manuale di istruzioni (lo mettono per un motivo, fidatevi) e iniziate a scattare!

 

Mattia Corbetta

Comment