Già…come da titolo, siamo quasi arrivati alla fine, alla fine di un percorso iniziato nel  lontano 1999 in Giappone, quando Masashi Kishimoto ebbe la lungimiranza di mettere nero su bianco,retini e china, uno che sarebbe diventato forse il più famoso tra gli shonen manga in tutto il mondo, ovvero Naruto.

Faccio una premessa: non sarà la solita recensione del volume X, perché è stato un fumetto molto importante per me, siamo cresciuti insieme e quindi questa volta voglio dare un punto di vista molto soggettivo dell’argomento, perché, credo che se lo meriti tutto.

Non vi nascondo amici miei che è con un velo di malinconia che mi accingo a scrivere questo articolo: è stata un’opera divenuta parte integrante della mia adolescenza, un’opera, che lacrime agli occhi, ha trasmesso dei valori, ha fatto vivere attimi di spensieratezza intrisi a momenti di tristezza. Naruto ha sdoganato il mondo giapponese oltreoceano più di quanto qualsiasi altro avesse fatto, lungo quello che sono questi (con il prossimo) 72 capitoli lungo questi 16 anni di pubblicazione.

Valori.. Si proprio quelli che Kishimoto ha deciso di inserire dall’inizio alla fine nascosti tra le righe, che poi possono essere captati o meno dal lettore, dalla triste storia di un ragazzino senza genitori, snobbato e trattato come un mostro da tutti quelli del suo villaggio, perché dentro di se porta la forza di un mostro che anni prima distrusse quello stesso villaggio, ma con un grande sogno nel cassetto, quello di diventare Hokage, ovvero il capovillaggio, se così possiamo definirlo, nonostante tutte le avversità che si troverà ad affrontare nella sua storia, prima di tutte, quel velo di solitudine e pregiudizio che sinceramente ai giorni nostri mi sembra di rivedere sempre più spesso verso chi non è conforme a quella che la massa definisce giusto essere.

Uno su tutti, l’amicizia: è un concetto veramente molto forte, espresso con insistenza, il creare un legame indissolubile nel tempo, un legame tra individui simili, leggi Naruto e Sasuke, etrambi delle specie di reietti per diversi motivi, Naruto, per quello che ho scritto prima, Sasuke in quanto ultimo rimasto del suo clan, dopo che il fratello li ha sterminati.

Legame che il nostro protagonista non dimenticherà mai e che cercherà di salvare nonostante il suo amato nemico/amico cercherà più e più volte di tagliare, due visioni differenti, due obiettivi differenti nella storia dei due shinobi di Konoha, ma legati da questo fil rouge invisibile che riuscirà sempre a farli ricongiungere nel bene e nel male. Ma il vero valore celato dall’autore è questo ossia lo spirito di sacrificio prevale su qualsiasi male. Sacrificare la propria vita per salvare un compagno, una persona che si ama, un figlio o addirittura il villaggio, questo è il tema ricorrente del manga, oltre al valore dei legami personali.

Genitori che muoiono per salvare il figlio, un maestro che si sacrifica per far si che la sua volontà venga tramandata e portata a vanti dai suoi allievi e per salvarli, un membro della casata Hyuga che salva la vita di una sua consaguinea pagando con la sua per evitare il peggio, questi sono stati giusto pochi esempi di quello che a livello emozionale per me è stato veramente appagante, soddisfacente nel riuscire a provare qualcosa attraverso dei fogli di cellulosa inchiostrati, provare la magia delle emozioni attraverso la carta, è un qualcosa che sta andando in via d'estinzione, il sentimentalismo sta pian piano scomparendo, quanti tra voi potrebbero dire di essersi emozionati o coinvolti emotivamente attraverso la storia di un fumetto o manga? Quanti tra voi possono dire di essersi lasciati trasportare dalle emozioni leggendo?A molti sembrerà strano, ma questa è una dichiarazione d'amore verso un'opera,e insieme uno struggente ma cosciente addio, come quei casi dove si sa già che la separazione sarà forzata e imminente nonostante alla base della storia il sentimento è ancora vivo e ardente, un tentativo di rendere meno amara la pillola da ingerire...

Non mancheranno poi le storie d’amore, ripensamenti, verità taciute e venute a galla, un mix veramente esplosivo di emozioni, i lutti e le tragedie, ma come ogni GRANDE opera non tutto è rose e fiori, e sono passaggi che servono ad aumentare gradatamente lo spessore narrativo della storia, oltre che a farla crescere di interesse a livello esponenziale.

Più e più volte mi sono trovato a dire “Hey, ma cosa capiterà nel prossimo volume? Non posso aspettare ancora 3 mesi per saperlo!” talmente era trascinante, soprattutto verso la fine, la struttura narrativa del manga.

Ma come tutte le cose belle e meravigliose, prima o poi, arrivano a una fine ed è quasi giunto il momento anche per noi, purtroppo, di non avere più le tavole del Ninja della Foglia tra le mani, questione di pochi mesi credo, magari verso febbraio periodo in cui uscirà anche il titolo videoludico per console next gen, avremo tra le mani il volume 72, la conclusione.

Vi dico giustamente di cosa parla questo 71, quindi se non volete anticiparvi nulla, saltate questo pezzo:

Naruto e Sasuke si trovano a fronteggiare la Madre di tutti i ninja, ovvero Kaguya Otsutsuki, colei che ha creato il chakra e l'ha diviso tra tutti gli uomini, determinata a riprenderselo e a ricreare un’altra volta un mondo perfetto con l’aiuto dello tsukuyomi infinito, una tecnica di ipnosi globale sotto cui tutti soccombono mentre i nostri 2 hanno il potere, loro e nessun altro, di poter sconfiggere questo tremendo nemico che pare al livello di un Dio; la Squadra 7 al completo, ovvero Naruto, Sasuke, Sakura e Kakashi riusciranno finalmente dopo tanti anni a sconfiggerla tutti insieme e a confinare colei che voleva distruggere il mondo (e qui viene fuori un altro di quei famosi valori ovvero che uniti nulla è impossibile).

Spero che questa mia riflessione vi sia piaciuta, sia riuscita anche solo a trasmettere quello che le tavole del manga hanno trasmesso a me in questi 16 anni di felice convivenza e spero vi abbia fatto scendere una lacrima come ha fatto con me, se siete dei fan di Naruto…

 

Alla prossima

Lorenzo Ferrari

 

CREDITS

www.it.wikipedia.org

www.coplanet.it

www.geekbomb.net

it.naruto.wikia.com

https://i1.wp.com/i997.mangapanda.com/naruto/689/naruto-5131241.jpg

Comment