Welllllcomeeee baaackkkkk cari NERD alla vostra rubrica preferita, in questo uggioso Ottobre prenderemo in esame un titolo che aspettavamo da tanti e forse troppi anni, dopo la semidelusione dell’antipasto Ground Zeroes, finalmente è approdato su console di nuova generazione e PC l’ultima fatica, l’ultimo masterpiece di quel genio dagli occhi a mandorla che risponde al nome di Hideo Kojima, e sto parlando di Metal Gear Solid 5 the Phantom Pain.

Partiamo con un po di storia, nella timeline si pone esattamente dopo MGS Peace Walker per PSP, ma se non avete avuto la possibilità di giocarlo ( come il sottoscritto), prendete come base di partenza Snake Eater, ecco, siamo nel 1984 e dopo l’attacco alla nostra Mother Base da parte di XOF, Big Boss viene fatto fuggire e ricoverato in un ospedale a Cipro, in coma, lontano da occhi indiscreti, e in quel letto ci resta per 9 lunghi anni in attesa di riprendersi.

Viene assaltato ovviamente dai cattivi di XOF, la forza speciale di Cipher, e riesce a fuggire dal complesso ormai in fiamme, sotto l’attacco dell’uomo di fuoco e del bambino volante, personaggi che più avanti avremo modo di scoprire meglio, o meglio, di riscoprire meglio, e non aggiungo altro.

Una delle prime missioni sarà quella del recupero di Benedict “Kazuhira” Miller, sotto la supervisione di Revolver Ocelot, per andare a riformare il team al comando della precedente MB.

Da qui in avanti incomincia il vero gioco, ovvero un free roaming in cui il giocatore nella totale libertà di movimento all’interno delle zone dell’Afghanistan o dell’Africa centrale, può scegliere se seguire le missioni della trama principale piuttosto che ampliare il monte ore del gioco sfruttando le numerose Side Ops, le missioni opzionali.

Oltre a questo aspetto che rappresenta il core del gioco, si è aggiunta una componentegestionale della MB, ovvero costruire, ampliare e sviluppare le strutture della base, che si dividono in: Combattimento, Supporto, Spionaggio, Medico, Ricerca, Sviluppo, Zoologico; ciascuna di queste strutture ha del personale specifico da reclutare durante le missioni, oppure una volta che la fama di Big Boss aumenta si uniranno come volontari alla nostra forza militare privata.

Abbiamo anche il GMP, la valuta interna del gioco, che gioca un ruolo fondamentale, in quanto se si va in rosso il personale comincerà a diventare scontento e se ne andrà dalla base riducendo il livello e la forza del nostro agglomerato militare;altro modo per aumentare i nostri fondi oltre al completamento delle missioni, è l’infiltrazione in una base di un concorrente, modalità pseudo online, in cui oltre a rubargli i membri della base e le risorse, possiamo appunto recuperare soldi extra.

Abbiamo la possibilità di mandare i nostri sottoposti a svolgere delle missioni Esterne, in modo totalmente indipendente dal nostro controllo, che a seconda del grado di difficoltà e del livello della missione, ci ricompenserà con GMP e risorse/personale extra, ma corriamo anche il rischio che alcuni dei nostri possano restare feriti o nel peggiore dei casi, K.IA. ( Killed In Action ).

Da poco è stata resa operativa anche la modalità Online, ovvero Metal Gear Online, 3 diverse modalitò che possiamo riassumere in Controllo delle basi, infiltrazione e schermaglia: la prima ci sono 3 punti, A B e C che una volta controllati ci forniscono un tot di punti, dobbiamo difendere quelli che controlliamo e conquistare quelli avversari;

la seconda è molto particolare, un team in attacco con mimetica ottica, quindi tendenzialmente invisibile, deve infiltrarsi in una base nemica, rubare uno dei 3 nastri e riportarlo alla sua base, ogni volta che un membro del team viene scoperto, tutto il team perde temporaneamente l’invisibilità, vi garantisco che questa modalità è davvero rognosa e difficile, ma ripaga se portata a termine, schermaglia è il classico deatmatch in cui 2 squadre si affrontano e chi fa più uccisioni o recuperi Fulton si aggiudica il round.

Fulton?cos’è?

È un dispositivo con cui Big Boss puoi recuperare nemici addormentati o storditi da aggiungere alla sua MB, recuperare animali, container e anche veicoli, corazzati e non…pensate che in America è stato coniato un termine apposta, ovvero To Fulton, tradotto da noi come fultonare…la potenza dei videogiochi…

12139989_10207346573404821_4093352615420575741_o.jpg

Menzione speciale a Stefanie Joosten alias Quiet, la modella che si è prestata al motion capture per la nostra spalla virtuale, di cui vi lascio un paio di video qui sotto, con lei in azione..e meno ;)

e anche un video di gameplay...chiaramente io e l'approccio stealth siamo su due pianeti completamente differenti...

Non voglio spoilerare troppo della trama, giusto perché personalmente è un gioco che va vissuto in prima persona, va sbranato in tutta la sua totalità, e vi garantisco che di cose tra segreti, cutscene ed easter eggs ce ne sono in abbondanza…è un acquisto obbligato per quelli della mia generazione cresciuti a pane e videogiochi, e quindi totalmente devoti alla saga di MGS, per gli altri, resta comuqnue un capolavoro da giocare fino in fondo!

 

Non vi rubo altro tempo, accendete la vostra PS4/X1/PC e iniziate subito la vendetta di Big Boss, alias Punished Venom Snake…

 

Sayonara

 

Lorenzo Ferrari

Comment