Da questo incipit molte cose si possono capire, una sicuramente viene alla memoria essendo molto fresca..

Questo mese esulo da quello che è solitamente il mio campo di riferimento, per un evento, si così si può definire, un evento che ha avuto proporzioni mondiali ad inizio aprile, ovvero l'uscita nelle sale italiane di Furious 7 ( ebbene si, userò il titolo originale della pellicola) in quanto sono un fan da tempo, 14 anni, quando tutto ebbe inizio nel lontano 2001 in quella Città degli Angeli vista con occhio più underground rispetto ad ora.

 

Voglio partire con il mio pensiero antecedente la visione del film, ovvero quello stato d'animo misto di malinconia e tristezza miscelate ad entusiasmo ed elettricità per quello che sicuramente non mi avrebbe potuto deludere in nessunissima maniera.

Perchè faccio questa prefazione; perchè come tutti o la quasi totalità di tutti sanno, Paul Walker ci ha lasciato in quel 30 novembre 2013, andandosene come penso avrebbe voluto se avesse potuto avere una scelta, ovvero morendo in macchina in un incidente stradale, come lui disse tempo addietro "se un giorno la velocità dovesse uccidermi, non piangete, stavo sorridendo".

Questo per quanto riguarda i primi due stati d'animo, penso di aver visto il film con un occhio totalmente diverso rispetto al solito, quasi come un senso di commozione e compassione, essendo probabilmente condizionato psicologicamente da quanto successo ormai 2 anni fa, che mi ha portato a vivere con maggiore enfasi le scene dialogate di Brian e quelle d'azione in compagnia di suo fratello Dom, mentre come ovviamente ogni buon fan non potrà non ammettere, ogni episodio a partire dal trailer riscuote sempre un successo globale, e questo settimo ed ultimo capitolo non è stato da meno.

Ho cercato e ho sentito di farlo mio il più possibile,come se fosse un tratto della mia vita, come se a mancare fosse stato un caro amico.

 

Da amante dell'hiphop, non posso che essere rimasto stupefatto dalla colonna sonora che hanno ricamato, dai pezzi di Kid Ink e Tyga fino alla classica coppia di pezzi latino americani quali Meneo e My Angel, per passare alle tamarrate marcate DJ Snake e Lil Jon, ce n'è da sbizzarrirsi per tutti i gusti, e doppia menzione a Six Days di Mos Def remixata e ovviamente, non poteva mancare il pezzo tributo a Paul, See You Again; vorrei che vincesse qualche premio, giusto per onorare quello che è stato fatto in questi 14 anni alla sua memoria.

 

Il film sostanzialmente riprende da dove eravamo rimasti al sesto capitolo, ovvero dalla caccia a Owen Shaw a Londra, il fratello, Deckard comincia a cercare e uccidere tutti i membri della banda di Toretto per vendicare ciò che è stato fatto al fratello.

Il primo a finire sotto terra è il povero Han, raggiunto a Tokyo proprio da Deckard e ucciso a bordo della sua RX-7, come ben ricorderete nel controverso ( ma che mi era piaciuto moltissimo) terzo capitolo della saga.

Dopo il funerale di Han, è un tripudio di inseguimenti in strada, distruzione di macchine, esplosioni e proiettili, ben lontani da quello che fu il primo titolo, ma che ultimamente con attori del calibro di Statham e The Rock non poteva essere altrimenti.

Se pensate che la storia sia finita vi sbagliate...perchè si inserisce un terzo elemento nella lotta tra Dom e Shaw, ovvero l'hacker Ramsey che ha progettato l'Occhio di Dio, un software capace tramite qualsiasi videocamera fotocamera e microfono sulla faccia della Terra, di intercettare e tracciare movimenti e riconoscimento facciale di un bersaglio, cambiando il volto della caccia all'uomo.

Il governo americano chiede a Toretto di recuperare software ed hacker, in cambio avranno la possibilità di usufruirne per rintracciare Deckard Shaw e metterlo in gabbia definitivamente.

Non sto a raccontarvi il finale altrimenti vi rovino la sorpresa, ma per certo vi posso dire che a scene toccanti (magari soggettiva la cosa) si alternano delle americanate veramente esagerate, questo giro si sono superati nel fare gli stunt o per girare scene di esplosioni durante gli inseguimenti.

Si vede poco The Rock rispetto al film precedente, se non erro non avrebbe dovuto nemmeno esserci in questo capitolo finale, ma quando compare porta la sua sana dose d'ignoranza.

Mentre per finire il film, hanno scritturato i fratelli Cody e Caleb Walker come attori, e hanno poi messo il volto di Paul sopra il loro tramite CGI.


Vi consiglio di andare a vederlo se siete fan, se vi piacciono le macchine veloci, se vi piacciono le belle donne (nel pezzo delle race wars sono esagerate), avete sempre sognato una Lykan Hypersport da 3,4 milioni di $ ,390 km/h di velocità massima e da 0-100 in meno di 3 secondi, o anche solo per vedere l'ultimo capolavoro di Paul Walker.

 

Vi lascio con il video di See You Again e la dedica voluta da Vin Diesel al suo defunto "fratello" :

No matter where you are, whether it's a quarter mile away of halfway across the world, you'll always be with me and you'll always be my brother.

 

CREDITS

 

http://www.film.it/fileadmin/mediafiles/film/generici/201504/images/1280x720/fast7.jpg?n=0.5023473494220525

https://www.youtube.com/watch?v=RgKAFK5djSk

https://www.youtube.com/watch?v=X7rdg_tKzKQ

Comment