TUTTI NOI “FACCIAMO” MODA!

Eh già, tutti noi “facciamo” moda, cosa intendo con questa frase?? Intendo dire che la moda la fa anche chi dice di non seguire la moda, la fanno anche i senza tetto, i nomadi, i modaioli, gli stilisti, i creativi e non, i sempre ordinati e i disordinati del tipo :”sono in ritardo, non trovo la maglia” ed escono con le prime  cose che trovano, l’elenco è ancora lungo!

Lascerò volutamente da parte il discorso dei media e del business, parlerò di quello che è il pensiero collettivo, di ciò che non è percepibile a tutti, parlerò della creatività comune e delle ricerche che stanno dietro a tutto questo!

Tutti noi abbiamo un ruolo ben fondamentale nel mondo moda, non solo perchè siamo produttori o venditori e consumatori, ma anche perchè svolgendo la nostra vita quotidiana, con le nostre esperienze, le nostre emozioni trasmettiamo delle sensazioni. A qualcuno di voi sarà sicuramente capitato di chiedersi, da dove nascono le tendenze? Chi decide che andrà il colore viola  e il pantalone a zampa? Ebbene dietro a tutto questo ci sono delle persone che studiano, osservano e fanno ricerca su come gira il mondo!!! Ogni epoca storica ha avuto uno stile d’abbigliamento, ora con la globalizzazione si è tutto un po’ mischiato, e per fortuna dico io!!!

Disastri climatici, cambiamenti economici, guerre, incremento del benessere, e così via influenzano le nostre vite; grazie hai *cool hunter, persone tra i 20 e i 40 anni, che osservano e documentano i nuovi trend che emergono dalla strada, captano le caratteristiche di quel paese o di quella città che hanno probabilità di affermarsi a livello globale e quindi diventare moda e inoltre grazie anche ai sociologi, psicologi che studiano tutto ciò che ci influenza, ciò di cui abbiamo bisogno e avremo bisogno; essendo in tanti e diversi i bisogni sono differenti ed ecco che ogni bisogno viene studiato, gli si da forma con colori, tessuti, bottoni, materiali di ogni genere, ecco che i veri creativi (intendo quelle persone con la giusta sensibilità di percepire le emozioni e che sono in grado di trasmetterle) captano e tramutano il tutto in concetti, che vengono divisi e messi in quadernoni detti quaderni di tendenza, che molte aziende compreranno per lavorare sul proprio prodotto che andrà a soddisfare un nostro bisogno, si può dire che sono dei facilitatori a mio parere!

Un mio pensiero personale è che oltre a questi quaderni molto utili, c’è un pensiero, una sensibilità comune, parlando sempre di arte spesso si vede come  due o più persone estranee creano qualcosa di simile nel concetto e nella forma, sarò pazza ma mi piace pensare che ci sia un filo invisibile che accomuna tutto!! 

 

* http://www.studenti.it/lavoro/comediventare/cool_hunter.php

per saperne di più:   http://it.wikipedia.org/wiki/Coolhunting

 

Immagini:

http://www.thecoolhunter.net/images/stories/_2007/sttrt.jpg

http://www.p-m-studio.it/s/cc_images/cache_27124295.jpg?t=1392915283

Comment